18 ottobre 2013

Il caso Falcinelli

Quando si effettuano ricerche sul calcio italiano dell'anteguerra si nota che abbondano fratelli e cugini, fin quasi all'inverosimile. I vari Innocenti III, Bandini II, Chiecchi III, Borgo I, Borin II, Vojak II, Zappelli I sono solo parte dell'immensa schiera dei "numerati", quei giocatori che, condividendo il posto in squadra con i parenti, sono associati a un numero romano (progressivo; per intenderci: "Chiecchi I" è il fratello maggiore di "Chiecchi II", il quale a sua volta è più vecchio di "Chiecchi III"). In assenza di nette distinzioni di ruolo – i fratelli Zappelli erano l'uno portiere (Pietro, Zappelli I) e l'altro terzino (Carlo, Zappelli II) e non era difficile identificarli nelle formazioni – non erano rari gli scambi di persona. Il caso di cui parlo in quest'articolo, però, è diverso. Si tratta di un caso legato al cognome, ma non coinvolge i numeri romani – o almeno, li coinvolge solo marginalmente. Il vizio d'identificare i giocatori esclusivamente con il cognome, proprio dei cronisti dell'epoca, ha creato non pochi grattacapi agli arditi masochisti che scelgono, per passione o dietro richiesta, di dedicarsi alle ricerche sul calcio italiano "d'epoca". È questo il caso del portiere Falcinelli.

L'enigmatico Falcinelli è un portiere. E di questo siamo sicuri. Ha giocato nel San Marco Livorno (1923-24 in Terza Divisione), Viareggio e nel Livorno, in Serie A, per due partite. E anche in questo, le certezze non vacillano più di tanto. Da qui in poi, inizia a sorgere una leggera nebbiolina che, man mano che andiamo a fondo nel caso, si fa sempre più fitta e impedisce di scorgere i contorni della verità. Falcinelli inizia nel Viareggio, formazione che allora militava tra Seconda e Prima Divisione. Fa anche parte della squadra riserve: Il Littoriale del 28 novembre 1928, a pagina 4 dice "Falcinelli da due domeniche difende la rete delle riserve «bianco-nere»." Dopo l'esperienza viareggina passa, per la stagione 1929-30, al Livorno, in Serie A. Un bel salto, approdare alla prima categoria del calcio italiano. E in effetti, Falcinelli questo salto lo sente eccome: debutta il 16 febbraio 1930 durante Brescia-Livorno, a Brescia, e subisce gol da Giuliani già al 6º minuto; nel secondo tempo è Prosperi (ma quale? Ildebrando (II) o Arnaldo (III)? Dovrebbe essere Arnaldo ma, anche qui, non si ha la certezza) a batterlo per la seconda volta, al 15'. Ma la seconda partita di Falcinelli alla Serie A è quella più dura: a Milano, una settimana dopo, si gioca Ambrosiana-Livorno. E Falcinelli è costretto a soccombere per 6 volte agli attacchi degli "avanti" meneghini, guidati da Meazza, che realizza una doppietta; di Blasevich, Rivolta e Serantoni le altre reti, mentre il Livorno segna con Silvestri e Palandri. 6-2, un risultato che abbatterebbe qualsiasi portiere. E difatti Falcinelli esce di scena, nella porta amaranto torna Lami. Dopo due gare, si è conclusa l'esperienza in A dell'ex portiere del Viareggio.

Ma chi era, in verità, questo portiere? Iniziamo dal principio: il nome di battesimo. Esistono due versioni, la versione di Orfeo e la versione di Vittorio.

- Secondo il sito Enciclopediadelcalcio.it, Orfeo Falcinelli sarebbe nato il 28 febbraio 1906 a Livorno. Avrebbe debuttato nel 1924 con il Viareggio (allora in Seconda Divisione) e vi avrebbe giocato 5 stagioni, per poi passare al Livorno; lasciati gli amaranto si sarebbe accasato al Santa Croce sull'Arno, giocandovi la stagione 1930-31.

- Vittorio invece emerge dalle pagine de "Gli anni ruggenti amaranto", di Mario Di Luca: a pagina 142 si segnala "Falcinelli Vittorio", nato il 24 febbraio 1904 e morto il 13 maggio 1973; sue sono le due presenze della stagione 1929-30. Di lui non si dice altro.

Differiscono, oltre ai nomi, giorni e anni di nascita. Vengono in nostro "soccorso" (si fa per dire) le Liste di trasferimento, uno dei pochissimi documenti dell'epoca a citare i nomi di battesimo dei calciatori, altrimenti sconosciuti. C'è un "Vittorio Falcinelli" in uscita dal Viareggio nella lista del 16 agosto 1927: ed è sempre "Vittorio Falcinelli" a essere in uscita dal Livorno nelle liste del 1930, e in uscita dal Santa Croce sull'Arno nel 1933. "Orfeo Falcinelli" invece compare solo una volta in uscita, nel 1939, dalla Gioiese di Gioia Tauro (Reggio Calabria). La situazione che pare delinearsi è questa: il portiere del Livorno '29-30 era Vittorio Falcinelli, e la sua carriera è quella che Enciclopediadelcalcio attribuisce a "Orfeo" Falcinelli. La domanda è: da dove vengono fuori i dati anagrafici di Orfeo Falcinelli? Quelli di Vittorio sono ben circostanziati: Di Luca ha svolto un lavoro attento, andando a specificare per quasi tutti i giocatori del Livorno date di nascita e di morte - una vera e propria rarità, degna di lode. È possibile che i due Falcinelli fossero fratelli nati a Livorno, portieri cresciuti entrambi nel Viareggio e poi separatisi? In questo caso, Vittorio sarebbe "Falcinelli I" e Orfeo "Falcinelli II": ma in nessun caso accanto al cognome "Falcinelli" i tabellini specificano un numero. O magari sono giocatori diversi (non si conosce il ruolo dell'Orfeo Falcinelli della Gioiese), che niente hanno a che fare l'uno con l'altro? I dubbi restano. L'opinione di chi scrive è che Vittorio Falcinelli sia il portiere di Viareggio e Livorno, e che Orfeo Falcinelli sia entrato in questa storia solo perché portava quel cognome. Può essere che mi sbagli: spero che qualcuno in possesso della soluzione mi aiuti a chiarire la questione e diradare la nebbia che la avvolge.

Le carriere

Vittorio Falcinelli
n. 24.02.1904 - m. 13.05.1973

Portiere

1923-24 San Marco Livorno
1924-25 Viareggio?
1925-26 Viareggio?
1926-27 Viareggio 16/-25
1927-28 Viareggio 24/-17
1928-29 Viareggio 5/-6
1929-30 Livorno 2/-8
1930-31 Santa Croce sull'Arno
1931-32 Santa Croce sull'Arno
1932-33 Santa Croce sull'Arno

Orfeo Falcinelli

Giocatore:
1938-39 Gioiese

Allenatore:
1955-56 Ternana.

La carriera di Orfeo riportata su Enciclopedia del calcio:

Orfeo Falcinelli
n. Livorno, 28.02.1906

Portiere

1924-25 Viareggio
1925-26 Viareggio
1926-27 Viareggio 16/-
1927-28 Viareggio 24/-
1928-29 Viareggio 5/-
1929-30 Livorno 2/-8
 1930-31 Santa Croce sull'Arno
La foto di Falcinelli tratta da Enciclopediadelcalcio



Falcinelli nelle riserve del Viareggio

3 commenti:

  1. Orfeo Falcinelli è in lista trasf. alla Gioiese anche nel 1949, e qui casca il palco di Enciclopediadelcalcio ;)

    Ha fatto il corso allenatori nel 1958.

    RispondiElimina
  2. Vittorio Falcinelli non aveva fratelli che giocassero a calcio e non aveva nessun secondo nome che facesse riferimento a orfeo. io lo conaùoscevo personalmente in quanto era marito della cugina di mia mamma e spesso mi raccontava delle due partite giocate in serie A e di un calcio di rigore parato in un derby toscano quando giocava a Santa Croce o a Pietrasanta. Questo non lo ricordo bene. Cordiali saluti.

    RispondiElimina
  3. Gent.mo Anonimo,

    La ringrazio molto per il contributo. Le testimonianze dirette sono sempre le più belle da leggere, perché ricordano che i fatti qui citati non sono semplici elucubrazioni di un ricercatore ma momenti di vita di persone realmente vissute.

    Un saluto sincero,
    A. R. T.

    RispondiElimina

Inserisci un commento, esprimendoti civilmente.

Email: a.ridolfitestori@gmail.com